Apologia della musica “leggera”

Apologia della musica “leggera” Dibattito: perché alle persone piace Rovazzi e non Stockhausen? Autore: Maurizio Verducci 10 Febbraio 2017 Nelle scorse settimane, a seguito dell’articolo “Perché alle persone piace Rovazzi e non Stockhausen?”, si è aperto...
La musica della prigionia: il Quatuor pour la fin du temps

La musica della prigionia: il Quatuor pour la fin du temps

La musica della prigionia: il Quatuor pour la fin du temps «E vidi un angelo, forte, scendere dal cielo, avvolto in una nube; l’arcobaleno era sul suo capo, la sua faccia era come il sole, le sue gambe come colonne di fuoco, […]. Pose il piede destro sul mare, e...

Le voci senza sesso, i castrati

Le voci senza sesso, i castrati Nel corso del XVIII secolo, circa centomila giovani ragazzi furono evirati per preservare le loro voci acute. Tra di loro, pochissimi riuscirono a salire all’Olimpo del bel canto, diventando i cantanti più famosi di quell’era, le...

Quando la musica incontra il misticismo: Aleksandr Skrjabin

Quando la musica incontra il misticismo: Aleksandr Skrjabin Aleksandr Skrjabin. Da appassionato di Chopin, a simbolista, a iconoclasta futurista. Skrjabin fu uno dei compositori più interessanti degli inizi del Novecento, purtroppo dimenticato dal pubblico nell’ombra...

La cantata ritrovata di Händel

La cantata ritrovata di Händel Grande notizia per gli amanti della musica barocca. È stata trovata ad Amsterdam una cantata di Georg Friedrich Händel che farà il suo debutto nella capitale olandese il prossimo 9 aprile. Si tratta di una prima versione di Tu fedel? Tu...