Ultimo aggiornamento21 maggio 2024, alle 23:14

Edward William Elgar

Lower Broadheath, 2 giugno 1857 — Worcester, 23 gennaio 1934

onostante i tanti onori ricevuti (più di chiunque altro prima di lui in Inghilterra), per tutta la vita Edward Elgar rimase l’eterno outsider. Cattolico in una nazione largamente protestante e di estrazione sociale comune, Elgar ottenne riconoscimento faticosamente, in una nazione poi dove tutti gli artisti studiano nelle varie grandi ed imponenti accademie con tanto di royal davanti al nome.*

*da Nobilmente e semplice: la Prima Sinfonia di Elgar, di Tiziano De Felice

The Dream of Gerontius di Elgar: il viaggio sublime

The Dream of Gerontius è l’ultimo oratorio di Edward Elgar. La narrazione di un viaggio sublime (o di un sogno?) che un vecchio intraprende dopo la morte. La meta? Il Purgatorio. Non un sermone didascalico, ma un processo di rivelazione della spiritualità umana, descritto in contrasto all’ansia teologica nell’era vittoriana generata nella ragione.

Per saperne di più…