Ultimo aggiornamento21 maggio 2024, alle 23:14

Edward Benjamin Britten

Lowestoft, 22 dicembre 1913 — Aldeburgh, 4 dicembre 1976

Tutta la carriera di Benjamin Britten è costellata di opere in cui la voce occupa un ruolo centrale: le opere, da Peter Grimes in giù, sono state la parte del suo catalogo che più ha giovato al suo successo oltre che al definitivo rilancio dell’opera lirica in terra britannica; i cicli di Lieder – impropriamente detti – basati sui sonetti di Michelangelo o sulle poesie di Hardy; le opere per coro o con coro, e persino la voce recitante, che dona il senso didattico al meraviglioso tema con Variazioni su Purcell, universalmente noto come “The Young Person’s guide to the Orchestra” che per il pubblico italiano ha accompagnato per anni le trasmissioni di Radio3.*

*da L’arte delle Folksongs, vista da Britten, di Filippo Simonelli