Ultimo aggiornamento18 maggio 2024, alle 08:21

Gioachino Rossini

Pesaro, 29 febbraio 1792 — Passy, Parigi, 13 novembre 1868

La biografia dell’uomo Rossini ci parla di una personalità vivace sì, ma anche segnata da questa buffoneria farsesca, nonché provata per lungo tempo da una depressione che lo porterà addirittura sull’orlo del suicidio. Non che fosse di ascendente tetro, anzi! Il brio ironico e il gusto per i giochi di parole non lo abbandoneranno mai, nemmeno in vecchiaia; solo assumeranno un tono diverso, trasformandosi col tempo in constatazioni caricate di cinismo e di amara rassegnazione.*

*da L’ultimo Rossini: la Petite Messe Solennelle, di Alessandro Panozzo