Ultimo aggiornamento18 maggio 2024, alle 08:21

Alban Berg

Vienna, 9 febbraio 1885 — Vienna, 24 dicembre 1935

La musica di Berg, razionalmente concepita a priori, come una grande architettura mentale (dotata della grandissima forza espressiva che contraddistingue la sua produzione, pur essendo dodecafonica), si fonde perfettamente con il dramma dell’incertezza e dell’inutilità delle cose*

*da “Chi sono? Cosa cerco?”: il fallimento dell’uomo nel Wozzeck di Alban Berg e nell’Ulisse di Luigi Dallapiccola, di William Limonta