Ultimo aggiornamento18 maggio 2024, alle 08:21

Cosa c’è nel prossimo numero di Quinte Parallele su Bernstein

di Redazione - 27 Agosto 2018

Leonard Bernstein è considerato, a ragione, uno dei personaggi più influenti della storia della musica del novecento.In una speciale classifica della rivista Classic Voice è arrivato secondo tra i più grandi direttori d’orchestra di sempre, dietro solo a Carlos Kleiber.
Il suo estro, il suo genio, la frenesia e l’incredibile voglia di fare lo hanno reso “Il più grande pianista tra i direttori, il più grande direttore tra i compositori, il più grande compositore tra i pianisti […]”.

Per questo, in occasione dei centro anni dalla sua nascita, abbiamo deciso di dedicare a lui il nostro prossimo numero.

Bernstein a tutto tondo

Per parlare di un personaggio così non ci si può limitare ad un solo aspetto; per questo abbiamo deciso di dedicare un articolo per ciascuno dei tanti Bernstein, o Lenny come lo chiamavano gli amici e i fan, che hanno reso questo enorme servizio alla storia della musica:

I contenuti speciali

Non c’è solo Bernstein però nel nostro secondo numero. Nel 2018 ricorrono anche i 50 anni dalla morte di Mario Castelnuovo-Tedesco, ed abbiamo deciso di dedicargli uno speciale omaggio a cura di Emanuele Franceschetti. Abbiamo poi avuto anche l’occasione di incontrare il Maestro Prosseda, che in una lunga intervista ha ripercorso la sua carriera e dato anche qualche anticipazione importante sulle sue prossime iniziative. Chiudono la rivista due recensioni discografiche: l’integrale delle Sinfonie di Bernstein dell’Orchestra di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano e le musiche da camera di David Collins , incise da Alessandro Viale e Rebecca Raimondi.

Curiosi?

Per prenotare la vostra copia, basta cliccare qui.

Vi aspettiamo,

Lo staff di Quinte Parallele

Articoli correlati

tutti gli articoli di Redazione